VISITA A VOLANDIA, INCONTRIAMO IL COMANDANTE ANGELO BOSCOLO

Volandia rappresenta il più importante Parco e Museo del volo italiano ed uno dei più ampi ed importanti dell’Europa, nato nel 2005 da una iniziativa che ha coinvolto sia le storiche aziende aeronautiche del compartimento sia i comuni della zona, che hanno creato negli spazi e nei capannoni della storica azienda aeronautica Caproni un vero e proprio gioiello che racchiude molto aerei importantissimi della nostra storia aeronautica.

ll museo è diviso in sette aree: le forme del volo, l’ala fissa, l’ala rotante, il padiglione spazio, i droni, gli aeromodelli e l’area bimbi. Racconta l’epopea aeronautica in tutte le sue forme, dai voli pionieristici dei primi del 900 all’avveniristico convertiplano, dalle mongolfiere alla conquista dello spazio lungo un percorso espositivo di oltre 2 km. Ma il museo è anche un parco con tantissime iniziative rivolte anche verso i bambini ed i ragazzi che spaziano dal mondo del volo sino ad arrivare alle attività più ludiche.

Recentemente il museo, che conta oltre 100 velivoli esposti o in fase di restauro curati dalle mille attenzioni degli specialisti di Volandia, veri e propri infaticabili angeli custodi del parco aeronautico, ha acquisito un vero gioiello che fa ora bella mostra di sé: un originale FIAT G91 PAN M.M6244 con il numero di coda 10 che è rientrato dagli USA dove era esposto al museo BOEING di Seattle. Grazie al comitato scientifico di Volandia ed in primis alla azione del Comandante Angelo Boscolo il velivolo in buone condizioni è tornato in Italia e dopo una semplice pulizia e lucidatura è stato esposto in bella mostra nel padiglione forme del Volo, si tratta proprio del velivolo con cui Boscolo ha volato come solista in Pattuglia.

Ovviamente non potevamo perdere questa occasione, e così Sabato 11 Giugno ci siamo recati a Volandia per una visita organizzata al museo. Una giornata che tutti gli amici e soci del gruppo di appassionati del nostro Club ed anche del Club Frecce Tricolori 91° di Noale, unitisi a noi in questa gita, avranno apprezzato a partire dal benvenuto che la nostra guida Comandante Angelo Boscolo ex solista della PAN ci ha dato appena scesi dal pullman raccontandoci la sua meravigliosa avventura ed introducendoci alla visita del museo.

Va sottolineato e desideriamo ringraziare la squisita ospitalità ed accoglienza dei volontari che ci hanno fatto da guida, sotto il coordinamento della moglie del Comandante Boscolo, che ci hanno accompagnato nei vari padiglioni introducendoci i vari velivoli e rispondendo a tutte le domande dei nostri soci arricchendo la visita con aneddoti di vita di volo, essendo tutti ex professionisti del mondo del volo. La giornata è volata, come si suole dire, sarà una esperienza da ripetere sicuramente.

 

Per conoscere di più su Volandia: http://volandia.it/

1° Maggio 2022 Ultimo Addestramento Acrobatico

Era dal 2019 che a causa degli eventi che ci hanno segnato e che hanno contraddistinto i nostri ultimi due anni, l’appuntamento annuale di Rivolto non si era potuto tenere.

Finalmente lo scorso Primo Maggio siamo tornati a salutare gli amici degli altri Club nella giornata a noi dedicata e vedere il volo che sancisce l’inizio della stagione 2022 delle Frecce Tricolori.

Non siamo ancora tornati alla piena normalità ma l’evento che abbiamo vissuto pur con alcune limitazioni ci ha permesso con gioia di respirare il profumo del cherosene e dei fumi colorati delle Frecce Tricolori. Eravamo in 90 persone, amici ed ospiti del nostro Club ad assieparci nelle transenne per vedere un volo che da troppo tempo aspettavamo, in una area ospiti dedicata ai club Frecce Tricolori.

Durante la riunione dei Presidenti dei Club Frecce Tricolori, che si è tenuta il giorno precedente, il Tenente Colonnello Stefano Vit, nuovo Comandante delle Frecce Tricolori, si è dichiarato entusiasta che la stagione 2022 porti le Frecce Tricolori ad essere presenti con manifestazioni e sorvoli, riprendendo la attività che da più di 60 anni la Pattuglia ha fatto in Italia ed al mondo.

Alle 11.00 puntuale il decollo della formazione 2022 guidata da terra dal Comandante Stefano Vit che vede numerosissimi cambiamenti a partire dal nuovo capo formazione, Pony 1 Pierluigi Raspa. La nuova formazione vede Pony 2 Alessandro Sommariva e Pony 3 Simone Fanfarillo, entrambi dal rombetto passano alla prima formazione così come Pony 4 che è Oscar del Dò, mentre invece nel ruolo di Pony 5 abbiamo la conferma di Alessio Ghersi.

Leader del rombetto  anche per il 2022 è Franco Paolo Marocco, affiancato da Alfio Mazzoccoli, Pony 7  e Federico De Cecco come Pony 8.

 

Al debutto nella formazione Leonardo Leo nel ruolo di Pony 9.

 

Confermato nel ruolo di solista, Pony 10 il bravissimo Massimiliano Salvatore.

 

Il commento del volo affidato alla voce dello speaker Maggiore Riccardo Chiapolino che verrà anche affiancato da Giovanni Lopresti. Il nostro responsabile delle Pubbliche Relazioni ha scandito il volo con commenti precisi e puntuali, alternati alle note musicali che vedono la chiusura del volo con la manovra Alona affidata alla voce del Maestro Luciano Pavarotti.

Dopo la presentazione della nuova formazione alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica nel palco delle autorità ha fatto seguito la consegna da parte di due Presidenti dei Club in rappresentanza di un simbolico assegno di 8.100 euro destinato alla Associazione Orchestra per la Vita. L’ importo  è stato raccolto con le donazioni fatte dai vari Club Frecce Tricolori per questo progetto promosso dalla Pattuglia Acrobatica Nazionale che ogni anno promuove la raccolta di fondi per differenti progetti.

L’appuntamento ora è nelle spiagge, negli aeroporti ed in tutti i luoghi dove possiamo ammirare la PAN.

Buona 62 stagione Frecce Tricolori !

 

L’unione fa la forza per dire …. grazie!

Ricordo, quasi fosse ieri dove mi trovavo e cosa stavo facendo quando nacque questa idea. Era un sabato pomeriggio invernale dello scorso anno nel periodo della cosiddetta seconda ondata che ci vedeva nuovamente limitare per motivi di salute gli spostamenti. Stavo riguardando le immagini dell’abbraccio Tricolore, il sorvolo della nostra Pattuglia Acrobatica nei capoluoghi di regione quando all’improvviso udì in vicinanza il suono della sirena di una autoambulanza, un suono che nel silenzio ci ricordava come la pandemia fosse tutt’altro che terminata. Avendo sia familiari che amici medici, infermieri ed OSS mi sono venute in mente le loro parole con cui mi raccontavano il continuo impegno in questa guerra e la stanchezza ed angoscia scandita da turni interminabili. Fu allora che pensai, cosa possiamo nel nostro piccolo fare di concreto per dire grazie per il loro fondamentale aiuto? Ed ecco che pensai quanto sarebbe stato bello che una rappresentanza delle persone in prima linea negli ospedali trevigiani potessero godere la emozione del vedere da vicino un volo di addestramento delle Frecce Tricolori.

Ne parlai nei giorni successivi con Domenico Berlingieri il nostro Vice Presidente e condividendo l’idea ci mettemmo in moto affinché questo sogno si potesse concretizzare. Per prima cosa ne parlai con L’Ufficio Pubbliche Relazioni della PAN, confrontandomi con il Maggiore Riccardo Chiapolino ricevendo da lui delle precise e preziose indicazioni su come interfacciarsi e come proporre la iniziativa agli enti interessanti.

La strada era tracciata. Contattammo l’ufficio Comando del 51° Stormo di Istrana, prospettando l’idea al Luogotenente Antonio Tambone il quale entusiasticamente ci organizzò un incontro durante la scorsa estate con il Comandante, Il Colonnello Nadir Ruzzon. Quando incontrammo il Comandante di persona ci confermò che il 51° Stormo era felice di accogliere a casa loro una rappresentanza di 100 persone del personale sanitario per vedere e vivere da vicino l’addestramento delle Frecce Tricolori; l’unica incognita era verificare che la situazione pandemica lo permettesse.

Il passo successivo fu quello di incontrare il dirigente dell’Ulls2 dott. Francesco Benazzi per prospettargli la nostra idea e nel suo sorriso ho scorto la sua grande emozione per questo pensiero a loro rivolto. Finalmente quando un mese prima ricevetti la telefonata del Comandante dello Stormo che mi confermava che le condizioni attuali permettevano ai padroni di casa di passare alla fase operativa della iniziativa ho capito che l’unione fa la forza. Come ultimo tassello, Il nostro consigliere Alessandro Covis ha supportato le attività della segreteria dell’Ulls2 per raccogliere i nominativi dei partecipanti. E veniamo alla mattina del 27 Aprile quando uno splendido sole del mattino prospettava delle condizioni climatiche ideali.

L’ingresso in volo della Pattuglia sul cielo campo dell’aeroporto di Istrana venne scandito dall’inno di Mameli cantato dal tenore trevigiano Francesco Grollo alla presenza degli ospiti del 51° Stormo tra cui oltre alla autorità vi erano anche le persone che tanto avevamo voluto fossero presenti. Dopo il volo di addestramento in formazione completa, sempre emozionante anche per noi, una bella fotografia di gruppo ed un poster ricordo agli ospiti sanitari, graditissimo omaggio del nostro club.

Al Circolo il Comandante delle Frecce Tricolori Stefano Vit ha consegnato al Dott. Benazzi visibilmente emozionato un poster ricordo firmato con dedica oltre altri tre poster anche essi firmati, uno per i medici, uno per gli infermieri ed uno per gli OSS. Il Comandante ha ricordato di come anche per la Pattuglia il sorvolo dei capoluoghi di regione fosse stato un momento che hanno vissuto con la consapevolezza e la emozione di quel momento, e ci ha tenuto al pari del comandante di Stormo a ringraziare i sanitari per quanto hanno fatto per la comunità.

Nel salutarci un pilota della formazione mi si avvicina e mi dice: Gabriele non sapevo avessi delle conoscenze così in alto…. lo guardo e lui con un grande sorriso continua la frase …. una giornata come questa con visibilità illimitata e calma di vento proprio in questa occasione è una cosa pressoché unica.  Felici di avere contribuito lanciando questa idea che i reparti della Aeronautica e le istituzioni hanno raccolto e reso possibile regalando una mezz’ora di spensieratezza e di emozioni ho pensato… missione compiuta!

Gabriele Chinaglia

Presidente Club Frecce Tricolori 2 Treviso

 

Ultimo Addestramento Acrobatico Frecce Tricolori

Ritorna l’ ultimo Addestramento Acrobatico Frecce Tricolori.

Carissimi amici quest’anno torneremo il 1° Maggio a Rivolto per la giornata dedicata ai Club Frecce Tricolori dove potremo vedere il volo che conclude il periodo di addestramento e che inaugura la nuova stagione. L’ingresso è riservato ai soci dei Club, abbiamo inviato una mail ai nostri iscritti con i dettagli della giornata. Per tutte le informazioni scrivete pure a:

A presto!

Calendario Esibizioni Frecce Tricolori 2022

E’ stato pubblicato dall’Aeronautica Militare il calendario delle esibizioni delle Frecce Tricolori per il 2022.

Restiamo in attesa e con la speranza di riuscire finalmente a tornare ad ammirare la nostra P.A.N.

Inaugurato il Piazzale Mario Squarcina a Rivolto

Sabato 18 settembre 2021, in occasione del 60° Anniversario della Pattuglia Acrobatica Nazionale, al 2° Stormo dell’AeronauticaMilitare, casa delle FrecceTricolori, si è svolta l’inaugurazione del piazzale intitolato a Mario Squarcina, 1° Comandante della P.A.N.

Presente all’evento anche il CapoSMA, Gen. S.A. Alberto Rosso.

—–Testo e foto dal profilo Twitter dell’Aeronautica Militare—–

 

Centenario del Raid Roma-Tokyo di Arturo Ferrarin

​Si sono concluse domenica 17 ottobre, presso l’aeroporto Arturo Ferrarin di Thiene (VI), le celebrazioni per il centenario del Raid Roma-Tokyo nel ricordo del pilota Arturo Ferrarin che nel 1920, a bordo di un velivolo S.V.A. 9, portava a termine l’impresa.

L’evento ha visto la presenza di numerose autorità civili e militari, tra cui il Ministro per le disabilità, Sen. Erika Stefani, ed il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso. L’impresa e la “figura” di Ferrarin sono state ricordate in due distinti momenti che hanno sottolineato l’importante rilievo storico che ancora oggi il Raid riveste.

La cerimonia di inaugurazione del monumento dedicato all’impresa, che ha visto la partecipazione di Mario Ferrarin, figlio del grande aviatore italiano, è stato il momento solenne per ricordare sia i protagonisti dell’impresa che tutti i caduti del volo.

Al termine della cerimonia, sono intervenute le massime autorità presenti in rappresentanza delle Istituzioni e del territorio: tra questi l’intervento del Sindaco di Thiene, Giovanni Battista Casarotto, che si è fatto portavoce del messaggio di saluto e di ringraziamento per l’iniziativa del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Nel corso del suo intervento, il Generale Alberto Rosso ha espresso parole di ringraziamento a tutti coloro che con il loro operato hanno consentito di ricordare e valorizzare le imprese di Ferrarin e degli altri equipaggi che presero parte al Raid. “La trasvolata Roma–Tokyo è stata un’impresa memorabile che ha scritto e segnato la storia ed il futuro del mezzo aereo e che ha preceduto la nascita dell’Aeronautica Militare.” Il Capo di SMA ha poi aggiunto: “Un’impresa tutta italiana, siamo stati dei pionieri e per questo ne dobbiamo essere orgogliosi. Oggi, come allora, si sta aprendo una nuova era pionieristica: non più nel il cielo, ma nello spazio.” Il Generale Rosso ha poi concluso il suo intervento ricordando la figura di Arturo Ferrarin quale giovane pilota altruista e generoso, che fece del volo la sua ragione di vita fino alla fine dei suoi giorni, quando durante un volo di sperimentazione avvenuto il 18 luglio del 1941 ebbe un incidente nei cieli di Guidonia.

Per ricordare l’impresa del Raid è stata allestita dall’Aeronautica Militare anche una mostra fotografica arrichita da cimeli del tempo. Grazie all’ausilio di sistemi virtuali, inoltre, è stato possibile per il pubblico salire a bordo dei velivoli dell’epoca e rivivere gli epici voli dei pionieri dell’aria.

Il pomeriggio di domenica, invece, è stato dedicato alla manifestazione aerea che ha visto protagonisti velivoli storici, tra cui lo Spad ed il Fokker Dr1 della “Jonathan Collection”, e velivoli sportivi come l’aliante acrobatico del Campione mondiale Luca Bertossio.

L’Aeronautica Militare ha partecipato alla manifestazione aerea con i velivoli Eurofighter ed AMX del 51° Stormo, con gli U-208A del 60° Stormo, che per l’occasione avevano una particolare livrea celebrativa, e con un elicottero HH-139B del 15° Stormo. Gli equipaggi della Forza Armata, attraverso manovre ed evoluzioni in volo, hanno dato prova dell’elevato livello addestrativo e delle capacità che quotidianamente mettono a servizio del Paese. A concludere la manifestazione, l’esibizione del 313° Gruppo Addestramento Acrobatico “Frecce Tricolori che con il proprio programma acrobatico ha suscitato grande entusiasmo nel pubblico presente.

Dal sito dell’Aeronautica Militare; Fonte 51° Stormo-Autore T.Col. Giorgio Albani

Foto: Aeronautica Militare, ecodellapista.it, grupponews.it

 

 

 

Un abbraccio lungo 60 anni

60° Anniversario della Pattuglia Acrobatica Nazionale “Un abbraccio lungo 60 anni”, sei decenni durante i quali le Frecce Tricolori hanno rappresentato – dall’America alla Russia, dal Nord Europa al Medio Oriente fino ad arrivare al Nord Africa – i valori, la tecnologia, la competenza e la capacità di fare squadra dell’Aeronautica Militare, divenendo un vero […]

Continue reading

Omaggio agli azzurri

L’Italia si unisce di nuovo in un immenso #AbbraccioTricolore grazie alla vittoria degli azzurri all’@euro2020! Questa sera il nostro omaggio alla Nazionale Italiana che con la sua strepitosa performance ha suscitato grandi emozioni #ForzaItalia 🇮🇹 #Ita pic.twitter.com/iD8MoOnrwB — Aeronautica Militare (@ItalianAirForce) July 11, 2021

Continue reading